Prima recensione di New Moon:se trovo l’autore….

Pubblicato: 17 novembre 2009 da Letizia in Cinema, Twilight Saga
Tag:, , , , ,

Lo scorso anno, parlando di Twilight, abbiamo criticato l’operato della Hardwicke, attribuendo alla regista un’incapacità di dirigere i suoi giovani attori che speravamo di non ritrovare in questo New Moon, secondo capitolo della saga di Stephenie Meyer.

Ebbene: ci troviamo qui oggi a rimpiangere Catherine, dato che Chris Weitz ha dimostrato al riguardo una totale inettitudine. E premettiamo che abbiamo visto il film in lingua originale, quindi non si potrà fare “a scarica barili” con il doppiaggio italiano. Il fatto è che Kristen Stewart e Robert Pattinson non sono per niente cattivi interpreti, lo sappiamo per averli visti recitare altrove, e se diventano monocorde e monoespressivi lo si deve allora allo script e a una regia maldestra che si concentra su altro.
Ci spiace per i Twilighters (e a dirla tutta nemmeno troppo), ma New Moon è definibile con una sola parola: insalvabile. Pretenzioso e ridondante, centra in pieno proprio quello che qualunque film, romanzo, opera di ogni tipo dovrebbe evitare come la peste: l’umorismo involontario. Già dalla prima entrata in scena di Edward, sceso dalla sua immancabile Volvo, incedere da modello in passerella e volto mesto da bel tenebroso, non si può soffocare il sarcasmo. Ma pur mettendo da parte il dozzinale materiale di partenza, visto che persino dalla serie di romanzi di Gossip Girl è stato tratto un buon prodotto visivo, bisogna dire che le responsabilità di chi dirige ci sono tutte.
Eccessivamente lento, noioso fino al parossismo, dilatato in ogni scena di dialogo o di descrizione, salta subito a conclusioni dando per scontato che chi guarda abbia non solo letto i libri della poco istruita Stephenie, ma anche visto e rivisto il primo film come una brava fan adolescente. Molti i concetti dati assolutamente per scontati, nulle le spiegazioni, addirittura non si chiamano per nome i tre Volturi principali presupponendo come fatto assodato la loro conoscenza da parte dello spettatore.
Per tutta la visione si ha il tempo di pensare ai fatti propri, dato che l’interesse per le immagini che scorrono sullo schermo è pari a zero e che, pur saltando cinque o sei battute di fila, il discorso non si perde, in pieno stile soap opera. L’elemento più evidente è la mancanza di polso di una macchina realizzativa che si è trovata con un improvviso grosso budget messo a disposizione dalla produzione e non ha saputo come impiegarlo se non pagando gli attori sei volte tanto. Gli effetti speciali acquistati in Cina per il primo film erano di gran lunga più efficaci e utili a livello narrativo di questi costosissimi elementi digitali. I licantropi di Chris Weitz somigliano terribilmente agli orsi polari de La bussola d’Oro, un tale flop al botteghino da farne sospendere il franchise al primo colpo. E proprio il ritmo de La bussola d’Oro è ciò che rende noioso anche New Moon: l’indugiare su elementi e inquadrature francamente inutili, cercando invano di aumentare il pathos e invece demolendolo.
Lo script ha preferito premere l’acceleratore sui lupi e sul bisogno di Bella di vedere Edward almeno nelle sue folli visioni, e ha scelto di trascurare molto – anche se non del tutto – il lato romantico e sensuale del triangolo amoroso che si viene a creare. Già dalla lettura dei libri ci risulta incomprensibile il motivo per cui Bella non si abbandoni alle calde e possenti braccia di Jacob e preferisca il gelido e ritroso Edward che non può nemmeno baciarla come si conviene, ma portare questo romanticismo eccessivo e inverosimile sul grande schermo ne rende perfettamente tutta la sua enormità.

Kristen Stewart e Taylor Lautner in New Moon di Chris Weitz

La colonna sonora è invece notevole, la scelta dei brani è stata davvero buona. Peccato che vadano sprecati perché poggiati a caso sulle scene, un po’ come si fa con il sale nell’insalata…
Con New Moon appare evidente che tra i fratelli Weitz era Paul quello con il vero talento, e American Pie e About a Boy erano frutto delle sue capacità. E c’è ancora chi ha il coraggio di paragonare questa saga a quella di Harry Potter

CHIARAMENTE ANCHE SE IL FILM NON L’HO VISTO NON SONO ASSOLUTAMENTE DACCORDO!!!!!!!!!!

Fonte

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...