Il cane abbaia????L’America ha la soluzione (sbagliata!!!!)

Pubblicato: 5 febbraio 2010 da Letizia in Animali
Tag:, , , , , , ,

Image and video hosting by TinyPic
Can che abbaia non morde. Ma infastidisce i vicini. Per questo motivo a New York sono in tanti a scegliere la strada più semplice. Quella di farli operare, recidendo loro le corde vocali. In questo modo, il can che abbaia si trasforma semplicemente in un can che sussurra.
La vicenda è seria, al punto che se ne è occupato l’autorevole New York Times che ha dato spazio e voce a molti proprietari di cani «col silenziatore», convinti della scelta compiuta in nome dei rapporti di buon vicinato.

L’intervento sulle corde locali rende gli animali afoni, ma non cancella in loro l’impulso ad abbaiare: semplicemente fa sì che quel che esce dalla loro bocca sia qualcosa che assomiglia perlopiù ad un rantolo o, appunto, ad un sospiro. Ma in tanti, troppi, sembrano pronti a giustificare la pratica, accampando come scusa che è molto meglio quella «che la soppressione per eutanasia», come se non esistessero strade diverse per educare i cani a contenere l’abbaio. Però a quanto pare la difficile convivenza che si crea se il cane si fa sentire finisce con l’avere un peso maggiore: nel 2009 sono state 6.622 le chiamate al 311, la linea di non emergenza a cui i cittadini della Grande Mela si rivolgono per segnalare situazioni di disturbo o problemi sul territorio municipale. Molti regolamenti condominiali già vietano il possesso di animali e le autorità newyorkesi hanno previsto uno specifico divieto per alcune razze di cani nei palazzi di edilizia pubblica.

Sono sempre di più, racconta però il quotidiano, i veterinari che si rifiutano di praticare l’intervento di rescissione. E quelli che ancora lo fanno evitano accuratamente di dare pubblicità alla cosa, ben sapendo quanto tale pratica sia osteggiata presso l’opinione pubblica e presso i loro stessi colleghi più giovani, più sensibili ai richiami etici. In alcuni stati americani sono allo studio provvedimenti legislativi per proibire tale pratica. Ma finché non ci sarà un divieto esteso in tutta la nazione, il rischio che vengano prodotti già alla fonte cani senza decibel è particolarmente elevato. Tra l’altro non sarebbero soltanto i cittadini che vogliono evitare noie con i vicini a richiederli: anche delinquenti e spacciatori, che sono soliti accompagnarsi con cani da attacco, sono sempre più propensi ad avere al fianco animali silenziosi.

“Purtroppo in America fanno quello e anche altro” – commenta la dottoressa Anna Negro. I nostri colleghi americani si prestano anche all’esungulazione, facendo togliere le unghie alla radice ai gatti per evitare che ricrescano, ottenendo così che non provochino danni a divani, tende o parquet. Oppure rimuovono le ghiandole lacrimali ai piccoli cani bianci, tipo il maltese o il bichon, che hanno una lacrimazione forte che spesso causa una colorazione del pelo, sotto gli occhi, che molti considerano troppo antiestetica. Senza pensare che così si espone l’animale a ben altri problemi, in primis la cheratite». In Italia la pratica del taglio delle corde vocali è vietata dalla recente legge sui maltrattamenti, ma per fortuna anche prima della sua entrata in vigore la maggior parte dei veterinari si rifiutava di operare un cane in assenza di finalità terapeutiche, solo per motivi estetici o di mero interesse del proprietario. Però i casi di cani con le corde vocali recise esistono ancora anche nel nostro Paese. Lo scorso anno erano stati trovati diversi cani “silenziati” in un canile lager in Puglia: senza voce gli animali non avrebbero potuto destare l’attenzione di eventuali curiosi. «Oggi c’è una legge che dovrebbe scoraggiare chiunque dal compiere quella pratica – dice ancora la dottoressa Negro -. Ma una cosa è certa: all’interno della categoria i medici che si prestano a certi interventi non sono considerati colleghi. La maggior parte di noi li vede solo come delinquenti».

Fonte

commenti
  1. Ajmona Corrado scrive:

    Cari amici ho ritenuto opportuno pubblicare anche su questo forum una nota per diffondere un messaggio molto importante.
    Se avete bisogno di un cane o di un gatto non compratelo in un negozio ma andate al canile o al gattile perchè li ci sono animali che attendono da una vita un pò di amore affetto e libertà.
    Gli animali dei negozi vengono fatti nascere in base alle vendite, se non li comprerete non nasceranno e quindi chi aspetta da una vita potrà finalmente avere una famiglia.
    Le femmine di cani e gatti di razza negli allevamenti inoltre sono molto stressate dalle continue gravidanze in modo assolutamente innaturale a scopo di business e quando vanno in menopausa spesso vengono brutalmente scaricate nei canili e gattili.
    In queste strutture ci sono cani e gatti di tutte le razze e di tutte le età, io tutti i giorni su Facebook ricevo diecine di note informative di animali cresciuti in questi luooghi dove gli spazi sono molto piccoli e x tutta la vita molti hanno visto solo le sbarre, perchè stare in prigione quando si è innocenti?
    I cani nel canile soffrono moltissimo in quanto hanno delle razioni di cibo stabilite ed essendo + cani di varie stature nella stessa gabbia avviene che mangiano solo i più grandi ed i più piccoli soffrono la fame.
    Per avere l’amore di un animale non c’è bisogno di pagare 100 -1000 -2000 Euro o anke di più basta andare in un canile o un gattile con l’intenzione di amare ed essere amati.
    I cani che in età anziana ricevono quest’affetto sono estremamente riconoscenti ai loro padroni e sono più affettuosi dei cani che non hanno provato il ” carcere”.
    Credo che sia un gesto bellissimo quello di donare affetto e il calore di una famiglia negli ultimi anni di vita di un animale anziano.

    Grazie x l’attenzione
    P.s. se volete condividere i mie link o adottare un cane potete andare su Facebook e visitare la mia bacheca a mio nome : Vittoria Ajmona Corrado

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...