In vendita la siringa che ha ucciso Michael Jackson! O-O’

Pubblicato: 18 marzo 2010 da Letizia in Musica, Notizie dal Mondo
Tag:,

Image and video hosting by TinyPic
Vendere all’asta  forse a Las Vegas ma più probabilmente fuori dagli Stati Uniti data la dubbia legalità dell’affare — la siringa con la quale il medico di Michael Jackson iniettò la dose fatale di anestetico sembra assurdo e di pessimo gusto. Peggio ancora, il prezzo di partenza dovrebbe essere quello di 5 milioni di dollari.

Ma il mondo dei trafficanti di reliquie dei grandi della musica sa che, al netto di questioni di gusto, logica e perfino legalità, la mamma dei feticisti del rock è sempre incinta. Se il guanto di paillettes che Jackson indossò la notte in cui inventò il suo famoso passo di danza, la « Moonwalk», è stato venduto l’anno scorso per 350mila dollari, 420mila con tasse e commissioni, a un milionario asiatico, e la giacca del cantante è stata battuta per 225mila dollari è evidente che Michael Jackson, come si era tristemente capito da subito, da morto vale quasi più che da vivo. Il tabloid britannico Daily Mirror ha infatti scritto che c’è il progetto di vendere la siringa incriminata: un’idea che avrebbe fatto inorridire la famiglia (anche perché, viene da dire pensando al padre di Michael che a cadavere ancora caldo faceva pubblicità ai dvd da lui prodotti, su quest’asta i Jackson non otterrebbero commissioni). «Sono furiosi e umiliati che qualcuno stia cercando di guadagnare in questo modo dalla sua morte. E’ un oltraggio alla sua memoria», scrive il giornale.

Il problema, ovviamente, che fa dubitare che la siringa verrà effettivamente messa all’incanto, è uno solo: anche se non si trattasse di una prova nel processo per omicidio colposo a carico del dottore del cantante, Conrad Murray, essa sarebbe di proprietà del medico o degli eredi di Jackson, non di una terza persona. E, in quel caso, si tratterebbe di materiale rubato. La casa d’aste potrebbe essere incriminata per ricettazione ( già un’altra recente asta di «memorabilia» legati a Michael è sotto inchiesta proprio per ricettazione). Per questo, dice al tabloid una «fonte anonima», l’asta potrebbe avvenire in Brasile o in Libia. Se il «dove» è in dubbio per questioni legali, il «quando» è una certezza. Il prossimo 25 giugno, primo anniversario della scomparsa del cantante.

Della serie…..che schifo di mondo……

Fonte

commenti
  1. fan numero 1 michael scrive:

    ma ke cosa?? non ha senso! il cappello, il guanto, la giacca, persino la siringa sono di proprietà di michael jackson, e, dato ke ora è morto, della sua famiglia, dei suoi 8 fratelli e dei suoi 3 figli. mettere all’asta queste cose è pazzamente assurdo. kissà cosa penserà il povero michael guardandoci da lassù e dicendo: io vi ho dato la mia musica, il mio impegno e il mio amore per 45 anni ed è così ke mi ringraziate?? ke kazzo di mondo!
    non è giusto. andate a fare in culo tutti! qui non c’è rispetto nemmeno per i morti..

    godbye michael<3 riposa in pace lontano da tutti quegli sciacalli skifosi.
    godbye michael❤

  2. Marco scrive:

    sono super daccordo con te.. ci sono rimasto male pure io.. capisco tutto gli oggetti che ha indossato, ha usato… ma non una siringa.. e poi con quel prezzo di partenza sono già sicuri che ci saranno milionari a fare a cazzotti per averla… e questi soldi chi li prende???

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...